Russo (Pd), Gli strateghi filo-lombardiani del pd hanno battuto ogni record negativo facendo impallidire perfino lo storico 61-0

. Categoria: Politica regionale

"Gli strateghi filo-lombardiani del Pd hanno battuto ogni record negativo facendo impallidire perfino lo storico 61-0", lo dice Tonino Russo deputato nazionale del PD. "Mi chiedo -prosegue- oltre quale soglia negativa si debba andare perché ci sia un sussulto di dignità e da Roma si intervenga con determinazione. Se non altro, perché a breve si terranno le elezioni regionali ed il risultato odierno è inequivocabile. In tempi non sospetti avevamo sottolineato la necessità di mettere l'unità della coalizione di centrosinistra al di sopra di ogni altro valore".

"Questo, prosegue l'ex segretario regionale dei Ds, avrebbe determinato un sindaco del Pd con la condivisione piena di Orlando, anche dopo quelle discutibili primarie. Purtroppo,  è prevalsa l'imposizione degli strateghi delle disfatte che, impedendo perfino la convocazione della direzione provinciale (dove avrebbero straperso) si sono assunti la responsabilità di decidere a prescindere dall'organismo dirigente."

"Quegli stessi strateghi che, all'indomani della sconfitta di Rita Borsellino per un pugno di voti, ebbero l'impudenza di chiedere la testa di Bersani. Mi chiedo solo se abbiano bisogno di un consiglio per capire quale potrebbe essere l'isola migliore per andarsi a nascondere".

"Adesso mi auguro, conclude Tonino Russo, che si traggano le dovute conseguenze e si segnino elementi di forte discontinuità. Viceversa, ognuno si attrezzerà come meglio crede per aprire una nuova stagione nel partito."